La Giornata Mondiale Del Caffè



La Giornata mondiale del caffè è un'occasione per celebrare la bevanda del caffè in tutto il mondo. La prima data ufficiale per questa giornata era il 1 ° ottobre 2015, come approvato dall'International Coffee Organization, ed è stato lanciato a Milano, in Italia. Questa giornata è stata anche approfittato per promuovere il commercio equo del caffè e sensibilizzare sui problemi dei coltivatori di caffè. All’occasione di questa giornata, molte aziende di caffè offrono tazze di caffè gratuite e ridotte nelle loro filiali in tutto il mondo.

Il mondo celebra La Giornata mondiale del caffè, la bevanda più popolare tra i paesi, e le storie di caffè sono lunghe e variegate, ma non è contestato che l'apertura tra gli stati e multiculturalismo abbia contribuito non solo alla molteplicità dei sapori, ma il gusto del caffè ed i suoi odori sono diventati dei veri ambasciatori dei paesi che li producono, e cosi il caffè si è considerato come le firme del patrimonio e la cultura del paese che lo producono, ed ogni paese ha il proprio caffè che porta il suo patrimonio culturale.

L'Italia è la patria della magia e dei segreti, dalle catacombe romane alle feste in maschera e carnevali: se sei un fan della cultura di questo paese, devi prima capire le sue regole del caffè e quando parlano del caffè italiano lo considerano “la polizia del caffè” in tutto il mondo.

Gli italiani bevono caffè in modo speciale: ci sono rituali costanti che non possono essere cambiati, uno dei più importanti è quello di avere un cappuccino o un latte macchiato o qualsiasi tipo di caffè con latte solo al mattino. Non c'è dubbio che potresti essere confuso, quindi devi capire che i caffè internazionali sono in due modi, il primo dei quali seguono il modo italiano, e il secondo seguono il modo americano.

L’Amministratore delegato della società “Starbucks” sig. Howard Schultz, ha chiarito una volta che durante il suo viaggio a Milano, è stato ispirato a creare questo marchio di fama internazionale. Sebbene l'Italia non sia mai stata un fabbricante di caffè, ma certamente ha fatto una cultura per il caffè, è piena di dilettanti che si rifiutano di tollerare qualsiasi posto che offra un caffè scadente!

Da dove viene questa cultura?
La storia della cultura italiana con il caffè cominciò nel diciassettesimo secolo, quando la prima bottega di caffè del Medio Oriente si trasferì a Venezia, la città costiera assistette all'inaugurazione della prima bottega di caffè europea in Italia, e all'inizio fu divertente come bevanda medica pura, ma fu costoso quello che fece la maggior parte dei veneziani abbandonare il caffè, tuttavia, la sua popolarità è aumentata e i suoi prezzi sono diminuiti e le botteghe di caffè sono stati aperti nelle principali città in tutta Italia, dove alcuni di loro offrono ancora il caffè fino ad oggi.

Il caffè "Torino" è uno dei bar più antichi rimasti fino ad oggi, e tra quei “Caffè Al Bicerin”, che è stato fondato nel 1963 ed è stato frequentato da personaggi famosi come "Puccini" e "Dumas", oggi, stanno in attesa fuori da questo piccolo caffè con otto tavoli di marmo, una lunga fila in una per ottenere il caffè e dolce e goderli. Infine, parlando della cultura del caffè italiano, non possiamo trascurare la bella tradizione Napolitano "il caffè Sospeso" che è scomparso, purtroppo, al momento attuale, che si traduce in "caffè sospeso", Questa tradizione è basata su che il cliente pagava il prezzo di due tazze di caffè, ma beveva Solo una tazza e lasciava l’altra a un estraneo che lo gode gratuitamente!

© 2018 - Passion Cafe. Tutti i diritti riservati